Last Minute home Last Minute Eventi
Guide turistiche Arte e monumenti Case per vacanza Case in vendita Newsletter Inserisci casa per vacanze
contatti
Guide > Emilia - Romagna > Faenza

Facciata della Cattedrale

Guida Turistica di Faenza (RA)

Tra meraviglie della natura e colossi dell'architettura nostrana, la città romagnola di Faenza è nota per aver dato i natali alla nobiltà dei Manfredi e per le sue delicate ceramiche: scopriamone l'immenso valore artistico, che non va sottovalutato proprio in quanto profondamente radicato nel tempo, fino a secoli e secoli fa.

Collegamenti

La stazione di Faenza collega Bologna, Rimini, Firenze e Ravenna; mancano molti collegamenti diretti con città importanti come Roma e Milano, che passano obbligatoriamente per le sopra citate.

Stesso discorso per i viaggi in aereo, che terminano a Bologna o Rimini e poi devono procedere con mezzi via terra; in alternativa la città si può raggiungere con le linee di autobus che attraversano il centro-nord della penisola collegando punti importanti tra di loro meglio delle ferrovie, o con mezzi propri.

In auto, basta servirsi dell'Autostrada fino a Bologna e affidarsi poi alla nota statale "Emilia", o scegliere direttamente l'uscita "Faenza" dalla A14.

Attrazioni

La prima visita della città va effettuata rigorosamente a piedi, possibilmente dai monumenti che si stagliano contro il cielo in Piazza della Libertà: Faenza è un luogo ancora a misura d'uomo, e non sarà affatto difficile girare per i suoi luoghi più noti passeggiando tra i monumenti.

Qui gli appassionati di architettura potranno godere la vista del Duomo di San pietro, risalente al Quattrocento; della fontana di Paganelli alla destra dell'imponente scalinata, lì dal diciassettesimo secolo, e subito dietro del Palazzo Episcopale, che deve le sue origini a un architetto del Duecento; e ancora, del portico di Piazza del Popolo, della Torre Civica, del Palazzo del Podestà e di Palazzo Milzetti.

Il vanto del luogo è sicuramente la produzione delle ceramiche, cui si collegano molti itinerari apprezzati dagli amanti di quest'arte delicata: imperdibile il Museo Internazionale delle Ceramiche, fra i più noti del pianeta, che racchiude una selezione di opere faentine che ripercorrono la storia stessa dell'arte dall'età romana a quella moderna, fino a lavorazioni di artisti del calibro di Picasso e Matisse.

Il legame tra storia e religione di Faenza è un altro caposaldo della sua stessa essenza, innegabile anche grazie a testimonianze storiche che sono strettamente intessute al misticismo dei secoli passati: la città ha accolto i natali di Santa Umiltà, nobile del luogo che rinunciò a famiglia e titolo per una vita monastica, e la morte del vescovo Durazzo e del cardinal Damiani, oltre ad aver fatto da sfondo agli sviluppi più interessanti della società medioevale, rinascimentale e moderna.

Nella Biblioteca Comunale e nell'Archivio di Stato sono contenuti documenti antichissimi, lasciati e tramandati da esponenti della nobiltà come del clero, custoditi con cura come nel caso di una nota pergamena antecedente all'anno Mille.

Non mancano inoltre itinerari più tradizionali: la Pinacoteca Comunale ospita capolavori di Donatello e Cignani, mentre il Museo Civico di Scienze Naturali soddisferà l'appetito di cultura degli appassionati di paleontologia e speleologia.
UltimissimoMinuto